Risorse

La stima delle emissioni di CO2 attraverso il modello CO2MPARE

La crescente attenzione alle problematiche ambientali ed energetiche della Commissione europea, con l’obiettivo di riduzione del 20% delle emissioni di gas serra al 2020, ha portato alla nascita del modello CO2MPARE, uno strumento che consente di stimare l’impatto sulle emissioni di CO2 dei programmi nazionali e regionali finanziati con fondi europei. Grazie a questo specifico software, realizzato da un gruppo di lavoro dell’ENEA nell’ambito di un progetto comunitario, viene inserito per ciascun programma l’ammontare del finanziamento in euro, individuando così i termini quantitativi dell’intervento da realizzare e di conseguenza le emissioni climalteranti che ne derivano. Ciò consentirà al decisore pubblico, a partire dalle Amministrazioni regionali, di orientare la pianificazione dei programmi finanziati con fondi comunitari verso una crescita sostenibile che assicuri un basso impatto delle emissioni di CO2 in tutti i settori interessati dall’intervento (trasporti, edilizia, energia, ecc.).

Nell’ambito delle attività della Rete Ambientale 20007-2013, è stato realizzato un aggiornamento del modello CO2MPARE, ai fine di consentirne l’applicazione al ciclo di Programmazione 2014-2020, modificando la nomenclatura delle categorie di spesa, sulla base di quanto introdotto dai nuovi regolamenti comunitari.

 

Materiale relativo al modello COMPARE per la Programmazione 2014-2020

 

Materiale relativo al modello CO2MPARE per la Programmazione 2007-2013