Riduzione dei consumi energetici delle reti di illuminazione pubblica

Descrizione: 

Il Bando finalizzato a promuovere interventi di efficientamento energetico riduzione dei consumi negli edifici e nelle strutture pubbliche o a uso pubblico, anche residenziali che massimizzano i benefici i termini di risparmio energetico. Tra gli interventi finanziabili  l'installazione di sistemi di produzione di energia da fonti rinnovabili e l'adozione di soluzioni tecnologiche per la riduzione dei consumi energetici delle reti di illuminazione pubblica.

Programma Operativo: 
POR FESR Campania 2014-2020
Regione: 
Campania
Area Tematica Ambientale: 
Energia
Asse: 
Asse IV - Energia sostenibile
Priorità di'investimento: 

4, c) Sostenere l'efficienza energetica, la gestione intelligente dell'energia e l'uso dell'energia rinnovabile nelle infrastrutture pubbliche, compresi gli edifici pubblici, e nel settore dell'edilizia abitativa

Obiettivo specifico: 

4.1 - Riduzione dei consumi energetici negli edifici e nelle strutture pubbliche o ad uso pubblico e residenziali o non residenziali e integrazione di fondi rinnovabili

Azioni: 

4.1.2 -  Installazione di sistemi di produzione di energia da fonte rinnovabile da destinare all'autoconsumo associati a interventi di efficientamento energetico dando priorità all’utilizzo di tecnologie ad alta efficienza

Destinatari: 

Aziende Sanitarie Locali, Aziende Ospedaliere e Istituti Autonomi Case Popolari/ACER

Data Pubblicazione: 
Monday, 24 September, 2018
Data scadenza termini di presentazione: 
Tuesday, 20 November, 2018
Importo: 
€4,000,000
Ammissibilità delle misure ed interventi: 
  • essere realizzati su edifici/reti preesistenti;
  • essere localizzati in Regione Campania e per gli interventi di cui alle Azioni 4.1.1 e 4.1.2 nel territorio di un singolo Comune della Regione;
  • non riguardare Edifici Scolastici;
  • riguardare edifici/reti di proprietà e nella disponibilità dei soggetti proponenti;
  • riguardare, per gli interventi di cui alle Azioni 4.1.1 e 4.1.2, edifici o parti dello stesso adibiti ad uso
  • pubblico o a uso residenziale pubblico e non essere destinati all’esercizio di attività economiche;
  • riguardare, per gli interventi di cui alle Azioni 4.1.2, installazioni di sistemi di produzione di energia da fonte rinnovabile da destinare all'autoconsumo;
  • essere realizzati su edifici/reti preesistenti conformi agli strumenti urbanistici vigenti;
  • essere inserititi nei Documenti Unici di Programmazione (DUP) dell’Ente proponente ai sensi dell’art. 21 del D.lgs. 50/2016;
  • riguardare, per gli interventi di cui alle Azioni 4.1.1 e 4.1.2, edifici in possesso di agibilità, di idoneità statica e per i quali non ricorra una delle situazioni indicate al Capitolo 8.3 dell'aggiornamento delle Norme Tecniche per le Costruzioni (NTC 2018), allegate al Decreto 17 maggio 2018 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, al verificarsi delle quali, invece, è necessario il possesso della verifica di sicurezza;
  • nel caso di edifici strategici (per le Azioni 4.1.1 e 4.1.2), riguardare edifici adeguati sismicamente ad una delle seguenti norme: OPCM 3274 del 20/03/2003; NTC 2005, di cui al DM del 14/09/2005; NTC 2008, di cui al DM del 14/01/2008; NTC 2018, di cui al DM del 17/05/2018;
  •  essere in possesso della diagnosi energetica dell’intero edificio/rete oggetto dell’intervento che indichi chiaramente le prestazioni energetiche di partenza e gli obiettivi che verranno conseguiti a seguito dell’l'intervento, eseguita ai sensi dell’allegato 2 del D.Lgs. 102/2014 e redatta in conformità alla Norma UNI 16247;
  • essere in possesso di Attestato di Prestazione Energetica (APE) ante e post intervento (ad esclusione dell’azione 4.1.3), redatto dai soggetti abilitati di cui al DPR 16/04/13 n.75 e ss.mm.ii.;
  • essere validati, ai sensi dell’art. 26 del D.Lgs. 50/2016;
  • essere in possesso del provvedimento di approvazione del Progetto Esecutivo ed essere immediatamente cantierabili;
  • essere in possesso dell’asseverazione da parte del progettista in merito all’aggiornamento del progetto rispetto al nuovo prezzario regionale vigente e alla normativa tecnica applicabile
Criteri di Valutazione: 
  • Capacità dell’intervento di soddisfare i consumi energetici totali con l’utilizzo di energia da fonti rinnovabili destinate ad autoconsumo;
  • Grado di contribuzione al conseguimento degli obiettivi di miglioramento ambientale (riduzione delle emissioni di CO2);
  • Capacità dell’intervento di garantire il maggiore potenziale di risparmio energetico in rapporto all’investimento necessario (valutazione costi-benefici);
  • Interventi che riguardano l’ERP (edilizia residenziale pubblica) e/o case comunali;
  • Interventi che ricadono nei Comuni interessati dal Master Plan del litorale Domitio, dal Piano di Gestione del sito UNESCO (cd “Buffer Zone”)
  • Interventi dotati di progetti esecutivi e cantierabili elaborati con il contributo del Fondo di Rotazione per la progettazione di cui alla DGR 244/2016
Scarica la versione stampabile del bando