Relazione della Commissione Europea sull’attuazione dei Fondi SIE nel periodo 2014-2016

La Commissione Europea con la Comunicazione n. 755 del 2017 (COM/2017/755/CE) ha presentato la relazione strategica 2017 relativa all’attuazione dei Fondi Strutturali e di Investimento Europei (SIE).

L’analisi riassume le relazioni di attuazione annuali relative ai programmi e le relazioni nazionali sullo stato dei lavori degli Stati membri relative agli anni dal 2014 al 2016, dando una panoramica delle azioni intraprese dagli Stati membri per attuare gli obiettivi strategici e dei progressi compiuti verso il loro conseguimento. Questi ultimi sono stati significativi nella maggior parte degli Stati membri e dei settori; anche se rimangono tuttavia alcune aree problematiche, quali gli investimenti per le TIC, l’economia a basse emissioni di carbonio e il sostegno al rafforzamento della capacità amministrativa per autorità e beneficiari. Pertanto, sono  necessari maggiori sforzi per far sì che siano selezionati ed effettivamente attuati progetti di qualità.

Per quanto riguarda gli investimenti realizzati, questi ultimi hanno assicurato miglioramenti concreti nella vita delle persone in tutta l’UE in aree fondamentali come lo sviluppo economico, l’occupazione, la sanità, l’accessibilità o la tutela dell’ambiente e hanno permesso anche di rispondere a necessità emergenti, quali la crisi migratoria dando una dimostrazione tangibile del valore aggiunto dell’UE in azione.

Il documento pone in evidenza, inoltre, le diverse velocità con cui le regioni avanzano verso gli obiettivi della strategia Europa 2020. A livello nazionale, tutti gli Stati membri segnalano, se pur con differenze, una forte o fortissima accelerazione nell’attuazione dei programmi dei fondi SIE nel 2016. In Italia si segnala un numero di progetti  selezionati a fine 2016 per un importo pari a 17.900 milioni di Euro.

Inoltre, con riferimento al coordinamento e alle possibili sinergie tra i fondi  SIE e gli altri Strumenti UE, nel 2015 la Commissione ha avviato l’iniziativa “Marchio di eccellenza” per rafforzare ulteriormente il coordinamento tra fondi SIE e Orizzonte 2020. Si tratta di un marchio di qualità assegnato a progetti che sono stati presentati a Orizzonte 2020 e ritenuti meritevoli di finanziamenti ma che non hanno ricevuto fondi a causa dei limiti di bilancio. Il marchio ha aiutato a convogliare fondi FESR o FSE verso vari progetti, in particolare in Stati membri quali Spagna, Italia, Cipro, Repubblica Ceca o Polonia.