Integrazione ambientale nella Politica di Coesione: risultati, evoluzione e andamento negli ultimi tre cicli di Programmazione

In occasione dell’ultima riunione della Rete Ambientale Europea ENEA-MA, tenutasi a Budapest il 25 ottobre 2017, è stato presentato il  “Rapporto sull’integrazione degli aspetti ambientali negli ultimi tre cicli di Programmazione comunitaria (2000-2006, 2007-2013, 2014-2020)”. Il Rapporto, predisposto dalla società COWI per conto della DG ENV della Commissione Europea, mette a confronto le allocazioni finanziarie (dirette/indirette) dedicate ai temi ambientali negli ultimi tre cicli della programmazione comunitaria e individua gli strumenti utilizzati per favorire una maggiore integrazione della componente ambientale nell’attuazione della Politica di Coesione. Nello specifico viene data particolare evidenza al ruolo della Valutazione Ambientale Strategica e dei criteri di selezione nonostante la loro eterogeneità di applicazione a livello europeo.

Nel Rapporto, inoltre,  si fa riferimento anche alla situazione italiana. In particolare, il COWI ha analizzato i Programmi Operativi italiani e ha preso come riferimento il documentoRassegna dei criteri ambientali per la selezione degli interventi individuati nei PON/POR FESR-FSE della Programmazione 2014-2020”, realizzato nel 2015 dal MATTM nell’ambito delle attività della Rete Ambientale.