Economia Circolare nella politica di coesione

è una riformulazione del modello economico in cui il valore dei prodotti, dei materiali e delle risorse è sfruttato il più a lungo possibile, riducendo al minimo la produzione di rifiuti; rappresenta uno dei cardini della politica comunitaria per sviluppare un’economia sostenibile, fondata su una riduzione delle emissioni di carbonio ed un utilizzo delle risorse più efficiente. Consentirà ai paesi dell’Unione di mantenere la competitività mettendo al riparo le imprese dalla scarsità delle risorse e dalla volatilità dei prezzi, contribuendo a creare sia nuove opportunità commerciali sia modi di produzione e consumo innovativi e più efficienti, favorendo allo stesso tempo la creazione di posti di lavoro green che offrano reali opportunità di integrazione e coesione sociale; farà risparmiare energia e contribuirà a evitare danni irreversibili in termini di clima, biodiversità e inquinamento di aria, suolo e acqua, causati dal consumo eccessivo delle risorse naturali.