Al via il Programma di Azione e Coesione Complementare (PAC) del PON Città Metropolitane

L'Agenzia per la coesione territoriale ha avviato la fase di attuazione di Programma di Azione e Coesione Complementare (PAC) “Città metropolitane”, approvato nell'agosto 2016 con delibera Cipe 46/2016 e finanziato con risorse nazionali pari a 206 milioni di euro. Il PAC interessa sei città metropolitane (Bari, Napoli, Reggio Calabria, Messina, Catania e Palermo) delle Regioni Meno Sviluppate e si articola su tre assi (o ambiti) di intervento:

  1. Con il primo ambito, denominato «Azioni complementari al PON Metro», potranno essere finanziati progetti secondo tre modalità: a) Progetti già co-finanziati nell’ambito del PON Metro; b) nuovi progetti presentati secondo i criteri di selezione del PON Metro; c) nuovi progetti presentati secondo i criteri di selezione del PON Metro, ma che costituiscono ampliamento funzionale e/o di copertura territoriale di quelli del PON Metro;
  2. Con il secondo asse (o ambito) di intervento, denominato «Progetti pilota e progetti a scala inter-comunale», saranno finanziati «progetti innovativi» finalizzati a sviluppare metodi, modelli e soluzioni per risolvere problemi tipici delle aree metropolitane;
  3. Il terzo asse (o ambito) di intervento, denominato «Assistenza tecnica» prevede la possibilità di finanziare azioni a supporto delle autorità urbane; azioni finalizzate a favorire la concreta e regolare attuazione delle operazioni (progetti); azioni di supporto per il rafforzamento della governance delle Città metropolitane

 

I progetti da finanziare saranno selezionati dalle autorità urbane già individuate come «organismi intermedi» del Pon Metro, sulla base di un atto aggiuntivo alla delega già attribuita dall'Agenzia della Coesione, nella sua veste di Autorità di Gestione del Pon Metro. L'attuazione delle operazioni è affidata alle autorità urbane. L'attività di valutazione delle operazioni sarà effettuata in sinergia con quella del Piano di Valutazione del Pon Metro, così come l'attività di comunicazione dovrà essere integrata, sia a livello centrale che locale, con la strategia già avviata

Per maggiori informazioni

Scarica il PAC