Aiuti a progetti di efficientamento energetico degli immobili

Descrizione: 

Bando per la concessione di agevolazioni, sotto forma di contributi in conto capitale, ad investimenti delle imprese riguardanti l’efficientamento energetico degli immobili, al fine di assicurare una riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti delle imprese e delle aree produttive, compresa l’installazione di impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile per l’autoconsumo (priorità alle tecnologie ad alta efficienza). Le risorse messe a disposizione dal bando sono pari a 4.000.000 euro e sono destinate a Micro, piccole, medie e grandi imprese

Programma Operativo: 
POR FESR Toscana 2014 - 2020
Regione: 
Toscana
Area Tematica Ambientale: 
Energia
Asse: 
ASSE IV - SOSTENERE LA TRANSIZIONE VERSO UN’ECONOMIA A BASSA EMISSIONE DI CARBONIO IN TUTTI I SETTORI
Priorità di'investimento: 

4b - Promuovere l'efficienza energetica e l'uso dell'energia rinnovabile nelle imprese

Obiettivo specifico: 

4.2 - Riduzione dei consumi energetici negli edifici e nelle strutture pubbliche o ad uso pubblico, residenziali e non residenziali e integrazione di fonti rinnovabilI

Azioni: 

4.2.1 - Promozione dell’eco-efficienza e riduzione dei consumi di energia primaria negli edifici e strutture pubbliche: interventi di ristrutturazione di singoli edifici o complessi di edifici, installazione di sistemi intelligenti di telecontrollo, regolazione, gestione, monitoraggio e ottimizzazione di consumi energetici (Smart Buildings) e delle emissioni inquinanti anche attraverso l’utilizzo di mix tecnologici

Destinatari: 

Micro, Piccole, Medie Imprese (MPMI), Grandi Imprese (GI) e Liberi Professionisti

Data Pubblicazione: 
Giovedì, 1 Giugno, 2017
Data scadenza termini di presentazione: 
Giovedì, 7 Settembre, 2017
Importo: 
€4,000,000
Ammissibilità delle misure ed interventi: 

Gli interventi attivabili riguarderanno le seguenti tipologie: 
1a) isolamento termico di strutture orizzontali e verticali;
2a) sostituzione di serramenti e infissi;
3a) sostituzione di impianti di climatizzazione con:
   - impianti alimentati da caldaie a gas a condensazione
   - impianti alimentati da pompe di calore ad alta efficienza
4a) sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore
5a) sistemi intelligenti di automazione e controllo per l’illuminazione e la climatizzazione interna
6a) sistemi di climatizzazione passiva
7a) impianti di cogenerazione/trigenerazione ad alto rendimento

A completamento degli interventi precedenti possono essere attivati anche interventi per la produzione di energia termica da fonti energetiche rinnovabili quali solare, aerotermica, geotermica, idrotermica. isolamento termico di strutture orizzontali e verticali;

Criteri di Valutazione: 

Tutte le domande saranno oggetto di valutazione sulla base dei criteri di valutazione (premialità, priorità e punteggio) definiti con delibera di Giunta regionale n. 383/2016.
I Criteri di valutazione si articoleranno nel modo seguente:
1) Pareri, nulla-osta, autorizzazioni, titoli abilitativi o atti di assenso comunque denominati previsti dalle norme vigenti per realizzare gli interventi di progetto;
2) Obiettivi in termini di risparmio energetico rispetto ai consumi ante intervento degli ultimi 3 anni;
3) Studio consumi energetici ante intervento degli ultimi 3 anni (10 punti) -audit energetico (15 punti) ad eccezione delle grandi imprese e delle imprese a forte consumo di energia di cui all’art.8 del D.lgs. 102/2014 (12 punti)

Premialità Ambientali: 

Le domande, ai fini dell’ammissibilità, devono prevedere un progetto, composto da uno o più interventi, che consegue una quota di risparmio energetico rispetto ai consumi di energia primaria ante intervento maggiore o uguale al 10%.

Rispetto ai criteri di premialità ambientali:

  • Progetti con benefici ambientali anche in termini di tutela della qualità dell’aria, del suolo, dall’inquinamento elettromagnetico ed acustico;
  • Progetti di imprese che hanno introdotto innovazioni in campo ambientale in termini di tutela e riqualificazione delle risorse ambientali, contenimento delle pressioni ambientali, innovazione eco-efficiente di processo e/o di prodotto;
  • Imprese che hanno adottato sistemi di gestione ambientale certificati di processo o di prodotto;
Scarica la versione stampabile del bando